lunedì 12 luglio 2010

5 cose che abbiamo imparato dai Mondiali 2010

1 - Il calcio non è solo un gioco
La scelta del Sudafrica come nazione ospitante dei campionati mondiali di calcio 2010 è dettata da molti interessi, non solo legati al gioco del pallone duro e puro. Dal punto di vista geopolitico si è voluto "premiare" uno Stato che negli anni si è dotato di un'organizzazione stabile e di una crescita economica continua, mentre la politica (anche quella interna al mondo del calcio, leggi FIFA) andando a giocare i Mondiali in Africa ha rafforzato infinitamente la propria posizione rispetto ai continenti tradizionalmente più forti.

2 - A volte i giornalisti ci vedono giusto
Nell'anno del triplete dell'Inter e del trionfo spagnolo sull'Olanda nei Mondiali sudafricani, il Pallone d'oro sarebbe dovuto andare all'olandese Sneijder, secondo le indicazioni di voto giunte dalla stampa. 293 sono stati i punti ottenuti dall'olandese, che così ha superato Iniesta (291) e Xavi (229). Come al solito, anche nel mondo del calcio la storia la scrivono i vincitori: Messi era finito al quarto posto e invece è stato proprio l'argentino a trionfare. La beffa sulla beffa? Posto d'onore a Iniesta, terzo gradino a Xavi... e Sneijder relegato fuori dal podio!

3 - Scommettere sulle favorite non (sempre) paga
I mondiali di calcio del 2010 giocati in Sudafrica sono stati l'evento che forse più di tutti ha portato il grande pubblico a giocare online, scommettendo anche live sulle squadre in competizione per la coppa del mondo. Gli italiani non hanno certo scoperto i giochi online con vincite in denaro nel 2010, questo è chiaro, ma diversi milioni sono stati i "nuovi giocatori" che - cominciando dalle scommesse sportive - hanno apprezzato anche il divertimento che il casino online, il bingo ed il poker online sanno regalare ai giocatori. Il cosidetto gioco d'azzardo non va demonizzato: è un passatempo come tanti altri, forse più avvincente di tanti altri. Basta sapersi regolare, giocando con moderazione ed attenzione.

4 - Il Marocco NON merita un risarcimento morale
Secondo il giornale inglese Sunday Times, doveva essere il Marocco, e non il Sudafrica, a organizzare i Mondiali di calcio del 2010. Uno dei 24 componenti del comitato esecutivo della Fifa lo avrebbe ammesso ad alcuni cronisti che lavoravano sotto copertura per il giornale inglese. Ora, questo membro FIFA racconta che anche il Marocco aveva pagato tangenti per ottenere l’organizzazione del torneo, ma che il Sudafrica aveva offerto di più. L'allora vicepresidente della Fifa, avrebbe ricevuto un milione di dollari dal Marocco.

5 - Guardiola è il convitato di pietra
Nell’undici di partenza della Spagna che ha piegato l’Olanda in Sudafrica c’erano sei atleti del Barcellona, allenato da Pep Guardiola. Il blocco del suo Barcellona ha finito per confondersi con la Spagna tutta: Piqué e Puyol in difesa, Busquets nel ruolo di "rimbalzante", Xavi e Iniesta in cabina di regia e Pedro più avanti a supporto di Villa. La spina dorsale che ha portato le Furie Rosse sul tetto del mondo è stata assemblata e allenata ogni giorno prioprio da Pep.

La nostra avventura si conclude qui, abbiamo commentato i Mondiali di Calcio FIFA Sudafrica 2010 con oltre 150 pagine e articoli, foto, video e informazioni utili. Questo lavoro rimarrà a vostra disposizione su Internet per sempre. A voi, cari lettori, l'augurio di rivederci per commentare insieme i prossimi grandi eventi che il calcio ci vorrà regalare. Grazie!

domenica 11 luglio 2010

Finale mondiali 2010: Andrés Iniesta traina la Spagna che batte l'Olanda

Dopo una finale dei mondiali così tossica, lo stadio avrà bisogno di una decontaminazione, più che della normale pulizia. Per la Spagna è arrivata la gloria (legittima) e la gioia di alzare questo trofeo al cielo per la prima volta.

Gli spagnoli hanno prevalso su una squadra, l'Olanda, ridotta a 10 uomini quando l'arbitro inglese Howard Webb ha mandato sotto la doccia il difensore John Heitinga, con una seconda ammonizione al minuto 109. Cesc Fabregas ha mandato a rete Andrés Iniesta e la Spagna ha segnato il gol partita sette minuti più tardi.

C'è stato un periodo in cui gli olandesi erano in ascesa e premevano sulla difesa spagnola. La furia agonistica ha reso ancor più attivo l'arbitro Webb che ha fatto lavorare parecchio il suo cartellino giallo. Per comodità sua, avrebbe potuto anche tenerlo in mano, invece che nel taschino: della squadra titolare olandese, alla fine c'erano solo tre giocatori non ammoniti: Stekelenburg, Dirk Kuyt e Sneijder.

Qualunque sanzione attenda l'Olanda per aver disonorato in questo modo la finale, la più grande punizione è stata il risultato: la Spagna è campione del mondo 2010!

Finale mondiali 2010: Andrés Iniesta traina la Spagna che batte l'Olanda

mercoledì 30 giugno 2010

Pubblicità





 

sabato 19 giugno 2010

Gli strampalati Mondiali 2010 in Sudafrica tra Jabulani e Vuvuzela

Credo fossero davvero in pochi all'inizio a poter scommettere questi strampalati Mondiali 2010 in Sudafrica come i più incerti e meno spettacolari degli ultimi anni (o forse di sempre) e pieni di sorprese. Credevamo che le polemiche sul famigerato (e vituperato...) Jabulani fossero delle lamentele esagerate di calciatori poco in forma e che cercavano quindi di mettere le mani avanti e giustificare le future scarse prestazioni. Anche le critiche piovute addosso alle Vuvuzela sembravano esagerate.

Da quello che si è visto invece in queste giornate di incontri, il pallone sta effettivamente falsando i valori in campo, mietendo vittime tra i portieri (San Marchetti pensaci tu) e azzerando la spettacolarità del gioco. I calciatori non riesco ad effettuare un tiro in porta dalla distanza che sia degno di questo nome e anche i cross sono regolarmente fuori misura. Il numero di gol per incontro giocato si è quasi dimezzato rispetto al 2006 e alla media delle precedenti edizioni!

Del baccano infernale provocato dalle Vuvuzela, posso solamente dirvi che è evidente come i giocatori sembrino poco organizzati in campo. Forse non riescono a chiamarsi gli inserimenti? Comunicare in campo è molto importante per effettuare azioni corali, chi ha giocato a calcio lo sa bene, a maggior ragione se pensiamo in ottica nazionali di calcio, composte da giocatori che lavorano insieme da meno di un mese e che quindi non possono avere gli automatismi per giocare a memoria.

Tutto sommato, dopo aver assistito alle difficoltà di Argentina, Brasile, Olanda e Inghilterra e ai tonfi di Francia, Germania e Spagna, possiamo forse ritenerci soddisfatti della nostra Italia e dello striminzito pareggio contro il Paraguay, sperando che le cose migliorino presto.

Sentiti ringraziamenti alla FIFA e all'Adidas per averci rovinato un evento atteso per 4 anni. In questo marasma generale e in previsione di ottavi di finale strampalati, speriamo che gli azzurri trovino la via del gol presto, così da poter puntare anche loro alla sorpresona!

lunedì 14 giugno 2010

La Germania c'è e si candida alla quarta stella

La Germania che tutti ci aspettavamo ha asfaltato una balbettante Australia per 4-0 nella sua prima partita ai Mondiali FIFA 2010. Il complesso tedesco è stata sinora la squadra che ha più impressionato per fluidità di manovra e facilità ad arrivare in zona gol.

Complimenti a Loew, che con soli 6/11 reduci dalla semifinale di Berlino del 2006, è riuscito ad allestire una squadra competitiva, rispettando la tradizione teutonica. Note positive dal portiere, Neuer, dal solito Lahm (per l'occasione capitano), dalle solide certezze Podolski e Klose e dal talento nuovo, Ozil. Il numero 8 di origini turche ha dato spettacolo tra assist e gol mancati ed è stato nominato miglior giocatore dell'incontro.

Siete tutti avvisati: la Germania c'è e insegue la vittoria della quarta stella! Potrebbe esserci, ancora una volta, l'eterna sfida Italia-Germania (anche se a volte il calcio non c'entra).

domenica 13 giugno 2010

Argentina e Inghilterra possono vincere il mondiale?

Tanta attesa per gli esordi di Argentina e Inghilterra ai Mondiali FIFA 2010 e curiosità per i loro leader in panchina, Maradona e Capello. Ci si aspettavano due vittorie e invece solo l'albiceleste ha conquistato i tre punti.

Il match con la Nigeria non è stato propriamente uno di quelli indimenticabili. Il vero spettacolo l'ha dato Maradona, mai seduto in panchina e sempre pronto a inveire platealmente contro avversari e arbitro. Da segnalare la buona prestazione di un impreciso Messi. Per andare a segno bisogna essere più lucidi.

Doccia fredda, anzi gelata, per la nazionale dei 3 leoni. La prestazione è stata solida, da grande squadra e le occasioni mancate alla fine hanno pesato sul risultato finale. Il gol del pareggio statunitense sulla papera di Green ha attirato molte polemiche sull'operato di Don Fabio, seppure le scelte mi sono sembrate tutte azzeccate ad eccezione forse proprio del portiere (giudicare col senno del poi è troppo facile però).

Possono queste due squadre arrivare fino alla finale e aspirare alla vittoria dei mondiali?

venerdì 11 giugno 2010

Mondiali 2010: Sudafrica-Messico e Francia-Uruguay

La prima giornata dei Mondiali FIFA Sudafrica 2010 si è appena conclusa con 2 pareggi. Il match tra Sudafrica e Messico ha regalato più emozioni e ha quasi regalato ai padroni di casa la vittoria, mancata solo per un tiro di Mphela che ha terminato la sua corsa sul palo invece che in rete.

L'incontro serale tra Francia e Uruguay è stato avaro di emozioni e sembrava un pareggio a reti bianche scritto sulla pietra. Tra i sudamericani in evidenza Forlan, tra i transalpini Diaby e Malouda, quest'ultimo inserito dal cervellotico Domenech solo a 15 minuti dal termine.

Una prima giornata così così, in attesa delle partite di domani. Da non perdere l'esordio dell'Argentina di Maradona e dell'Inghilterra di Fabio Capello. Per concludere una nota positiva, abbiamo azzeccato il pronostico del pareggio con gol tra Sudafrica e Messico, e una negativa, il costante suono delle "vuvuzela", le trombette sudafricane che faranno da sgradevole sottofondo durante momenti di gioco così tanto attesi dai veri appassionati di calcio.

giovedì 10 giugno 2010

Si parte: Sudafrica-Messico partita inaugurale!

L'attesa è terminata, oggi alle 16 iniziano i Mondiali FIFA Sudafrica 2010! La partita inaugurale Sudafrica - Messico aprirà ufficialmente la rassegna iridata allo stadio Ellis Park di Johannesburg.

Diverse le difficoltà che attendono i padroni di casa, alle prese con un Messico che in Europa ha messo sotto avversari molto più blasonati (tra cui l'Italia) durante le amichevoli premondiali.

Il mio pronostico è un pareggio con gol. Se penso a un risultato esatto, mi viene in mente un 2-2.

Per la partita inaugurale dei Mondiali 2010 in Sudafrica è molto appetibile la quota di 3.10 del pareggio. La squadra di Aguirre è sembrata molto in palla e ha battuto anche la stessa Italia. L'altitudine però potrebbe giocare un brutto scherzo ai centroamericani e i padroni di casa potrebbero approfittarne per colmare il gap tecnico.

mercoledì 9 giugno 2010

Pronostici per le scommesse sui mondiali 2010

Manca davvero poco all'inizio dei Mondiali 2010 in Sudafrica e gli scommettitori si allineano ai nastri di partenza. Questo è il momento di decidere su chi puntare per la vittoria finale, oltre a cogliere le migliori quote di partita in partita e perchè no, anche durante la partita stessa con le scommesse live.

Un'occasione da cogliere al volo: se credi nella scaramanzia e negli azzurri di Lippi, Betfair ti propone l'Italia Campione del Mondo a 17. Approfitta subito della loro offerta di benvenuto che vale fino a 250€, puoi vincere 4.250€ in caso di riconferma della nostra nazionale.

Per la partita inaugurale dei Mondiali 2010 in Sudafrica è molto appetibile la quota di 3.25 della vittoria del Messico. La squadra di Aguirre è sembrata molto in palla e ha battuto anche la stessa Italia.

Durante i mondiali si potranno trovare dritte e pronostici giornalieri su Internet, non perderteli. Ricorda che il segreto per vincere alle scommesse è fare la scelta giusta! In bocca al lupo e vinca il migliore, cioè tu ;)

martedì 8 giugno 2010

Robben si infortuna ma l'Olanda fa paura: 6 gol!

L'Olanda è la squadra che più di tutte ha impressionato nei test amichevoli di preparazione per i Mondiali 2010. Tre vittorie (Camerun, Ghana, Ungheria) condite da un crescendo di gol (1-0, 4-1, 6-1).

Purtroppo gli Oranje dovranno presentarsi senza Arjen Robben. La stella del Bayern Monaco ha ancora una volta pagato dazio alla sua fragilità fisica e molto probabilmente sarà costretto a saltare il mondiale africano a causa di un infortunio al ginocchio.

Anche senza Robben tuttavia i vari Van Bommel, Van Persie, Kuyt, Sneijder fanno già paura e si candidano a un posto in semifinale.

lunedì 7 giugno 2010

Pareggio scaramantico tra Italia e Svizzera

La seconda amichevole premondiale dell'Italia si conclude in parità. Un risultato scaramantico questo 1-1 (già accaduto prima delle vittoriose edizioni del 1982 e del 2006) che sebbene non convinca completamente sulla bonta del progetto azzurro di Marcello Lippi, ha mostrato incoraggianti progressi a una settimana dall'esordio ai Mondiali 2010 contro il Paraguay.

Non chiamatela Italia-2 altrimenti il CT si arrabbia. Quella in campo a Ginevra non sarà la formazione della prima partita, ne siamo certi. Ovviamente davanti a Buffon, la difesa potrebbe essere rapprsentata da Maggio e Zambrotta rispettivamente terzino destro e sinistro e i due centrali Chiellini e Cannavaro. A centrocampo, Palombo, Gattuso e Marchisio e in avanti Di Natale, Gilardino e Quagliarella.

Non resta che affidarsi alla scaramanzia...


 

domenica 6 giugno 2010

Come vedere i Mondiali 2010 in streaming gratis

L'11 giugno inizieranno i Mondiali 2010 che si terranno in Sudafrica.
Un mese intero dedicato al calcio internazionale, nel quale si sfideranno 32 squadre provenienti da diversi continenti per un totale di 64 partite. La manifestazione sportiva si concluderà l'11 luglio, dopo una attesa finale nella quale sarà assegnato il titolo di Campione del Mondo.

Quest'anno la RAI non ha comprato i diritti per trasmettere tutte le
partite della Coppa del Mondo 2010. Solo Sky offre tutti le 64 partite, ma ovviamente bisogna essere abbonati al servizio a prezzi non esattamente modici.

Nel dettaglio Raiuno tratterà 25 partite di calcio in chiaro. Per vedere tutte le
altro come se avessi un abbonamento a Sky, ma se non volete spendere un solo centesimo, ecco le possibili alternative:
Internet streaming e Astra sono due metodi per vedere i Mondiali 2010 gratis.

Come vedere le partite dei Mondiali 2010 in STREAMING:


1. Il sito web MyP2P.eu durante i Mondiali del 2010 avrà a disposizione
uan sezione speciale chiamata World Cup 2010. Qui potrai trovare tutte le partite della Coppa del Mondo.
Il giorno del match di interesse, è sufficiente visitare la sezione World Cup 2010 di MyP2P.eu, fare clic sul pulsante appropriato per lo streaming della partita che si desidera vedere: si aprirà l'elenco dei canali con lo streaming gratuito dell'incontro di calcio prescelto.
I canali saranno usufribili attraverso i seguenti programmi:

TvAnts - Download gratuito
PPStream - Download gratuito
TVUPlayer - Download gratuito
Windows Media Player (già incluso in Windows) - Download gratuito

Per guardare la partita in streaming, in primo luogo è necessario installare uno di questi software sul computer, poi dalla lista dei canali
MyP2P.eu clicca sul nome di quello installato sul vostro PC e automaticamente dopo alcuni secondo di caricamento, vedrai la partita di calcio in streaming (la diretta inizierà solo pochi istanti prima del fischio d'inizio).

2. Il sito web RojaDirecta. Il funzionamento è lo stesso MyP2P.eu e per vedere le partite
in streaming è necessario utilizzare uno dei programmi speciali di cui sopra. Una volta sul sito di RojaDirecta, basta cercare nella lista la partita di proprio interesse e cliccare sul pulsante Play per avviare la diretta.

3. LiveTV è simile ai due siti web già visti in precedenza, con la differenza che
per guardare le partite di calcio in streaming non c'è bisogno di alcun programma, ma sarà trasmessa direttamente dal sito web stesso attraverso un software speciale. Una volta entrati nel sito basta scegliere la partita e cliccare sul link appropriato per avviare lo streaming.

4. Per vedere le partite in streaming senza scaricare o installare alcun software, è necessario utilizzare altri 2 siti web: ATDHE.net e Sport.

Per quanto riguarda ATDHE.net e Sport, il funzionamento è molto semplice. Una volta cliccato sulla partita in elenco, lo streaming inizierà immediatamante.

Come vedere le partite dei Mondiali 2010 via satellite:

Tutti gli incontri dei mondiali 2010 in chiaro è completamente gratis sui due canali tedeschi ZDF e ARD.
Questi due canali sono visibili in Italia con un ricevitore satellitare speciale puntando la parabola su Astra a 19,2 gradi est.
Se non si dispone di un ricevitore satellitare, è ancora possibile guardare ZDF e ARD in streaming gratuito sul vostro PC via Internet.

Gustiamoci appieno i Mondiali 2010 in streaming gratuito e gridiamo Forza Azzurri!
 

sabato 5 giugno 2010

Francia sconfitta clamorosamente dalla Cina

Se l'Italia ha rimediato una brutta figura con il Messico, formazione già rodata e di tutto rispetto, la Francia ha certamente fatto peggio rimediando una sconfitta pesante contro una Cina nemmeno qualificata alla fase finale dei Mondiali 2010 in Sudafrica.

Domenech
si è detto deluso ma forse dovrebbe essere il primo a recitare un sincero mea culpa. La squadra è apparsa abulica, priva di idee e senza un uomo gol capace di risolvere le partite. La Cina ha fatto invece un figurone giocando una partita grintosa, difendendosi con ordine e trovando il gol partita su punizione (Lloris ennesima vittima del vituperato Jabulani).

L'avventura mondiale terminerà presto per i galletti francesi? Allez le bleus!


 

venerdì 4 giugno 2010

Il Messico passeggia sull'Italia di Lippi: umiliati!

I due ceffoni (potevano anche essere di più) rimediati dall'Italia di Lippi contro il Messico sono un pessimo presagio. La squadra di Aguirre ha infatti surclassato gli azzurri nell'amichevole preparatoria ai Mondiali 2010 in Sudafrica.

La nazionale è apparsa abulica, priva di gioco e di condizione fisica. La difesa non ha convinto e nemmeno gli altri reparti. Preoccupanti le amnesie di Cannavaro e Bonucci, la staticità di Pirlo e De Rossi e la sterilità offensiva di Gilardino, Iaquinta e Di Natale.

Tutti nel clan azzurro attribuiscono la prestazione negativa ai carichi di preparazione e alle gambe pesanti, essendo questa di fatto la prima partita completa giocata al cospetto di una squadra ben rodata e che ha invece incentrato la preparazione proprio sulle amichevoli.

Per quanto parziale e valida spiegazione, nulla mi toglie dalla testa che forse Cannavaro dovrebbe sedere in panchina e Palombo dovrebbe essere titolare fisso. Viste le condizioni generali di tutta la rosa, sarebbe forse il caso di accendere un cero a qualche santo, ma uno di quelli bravi davvero!

Il Messico passeggia sull'Italia di Lippi: umiliati!

martedì 1 giugno 2010

Ecco la rosa dell'Italia di Lippi ai Mondiali 2010

Finalmente ci siamo, adesso conosciamo i 23 calciatori che sono stati scelti da Marcello Lippi per rappresentare l'Italia ai Mondiali 2010 in Sudafrica e difendere il titolo di Campioni del Mondo conquistato 4 anni fa nella magica notte di Berlino contro la Francia.

Contrariamente alle attese vanno fuori Cassani e Giuseppe Rossi, oltre invece ai già "nominati" Sirigu, Cossu e Borriello. Si guadagna un inatteso posto ai Mondiali il napoletano Fabio Quagliarella, premiato forse per la sue fortissime motivazioni, oltre a una duttilità e una velocità che lo portano ad essere un giocatore ideale per il 4-2-3-1 con cui Lippi sembra intenzionato a schierare la squadra.

Riguardo al modulo mi sento di condiviere la scelta, in quanto è il modulo che ha portato l'Inter alla conquista della Champions e numerose altre formazioni a ben figurare in campionato.

Abbozziamo una possibile formazione titolare dell'Italia: Buffon; Maggio, Cannavaro, Chiellini, Criscito; De Rossi, Pirlo; Iaquinta, Marchisio, Di Natale; Gilardino.

E tu, come schiereresti l'Italia nella prima partita contro il Paraguay? Scatenati!

Ecco la rosa dell'Italia di Lippi ai Mondiali 2010

lunedì 31 maggio 2010

Pubblicità





 

domenica 30 maggio 2010

Lippi inventa per i mondiali: diamogli fiducia

Domani Marcello Lippi scioglierà le riserve e consegnerà alla FIFA la lista dei giocatori dell'Italia per i Mondiali 2010 in Sudafrica. I cinque "eliminati" dovrebbero essere verosimilmente Sirigu, Bocchetti, Cossu, Borriello e Quagliarella.

Premesso che questa in effetti è forse la migliore Italia possibile, sono positivamente impressionato dall'esperimento Marchisio traquartista. Claudio è sicuramente un grande giocatore e ha sempre dimostrato di sapersi inserire bene in zona gol, confezionando assist o andando alla conclusione personale. Alla fine potrebbe rivelarsi proprio lui la scelta vincente per animare il gioco della squadra e allo stesso tempo assicurarle copertura.

Riguardo agli esclusi, io mi schiero col CT: quando c'era Cassano (Euro 2004 e 2008) siamo usciti al girone eliminatorio prima e ai quarti dopo. Allacciamo le cinture e diamo fiducia a questa Italia. Lippi riuscirà a tirarne fuori il massimo, sperando che le avversarie non siano insuperabili...

Lippi inventa Marchisio trequartista

giovedì 20 maggio 2010

Lippi esclude Grosso e Candreva dai Mondiali

I giorni passano e arrivano i primi verdetti di Lippi in chiave Mondiali 2010: Fabio Grosso e Antonio Candreva sono i primi epurati dalla lista dei 30, da ridurre a 23 più 4 riserve entro il primo di giugno.

Mentre Candreva è sempre stato un oggetto misterioso, un UFO che si aggirava dalle parti di Vinovo con il non meglio precisato compito di vice-Diego o Marchisio (non si è mai capito cosa lo abbiano comprato a fare quelli della Juve), tutt'altra valenza ha l'esclusione di Fabio Grosso, uno degli eroi di Berlino.

In effetti la stagione del terzino sinistro è stata piena di alti e bassi (soprattutto bassi) e credo che sulla decisione di Lippi abbia influito l'ultimo mese veramente incolore del giocatore, incluso l'erroraccio contro il Milan che ha dato spazio ad Antonini per il gol del vantaggio.

Sinceramente, Grosso non poteva dare molto a questa nazionale. Lasciatemelo però ringraziare per il rigore contro l'Australia, per il magnifico gol contro la Germania e per il rigore, l'ultimo, quello decisivo, che ci ha spalancato le porte del sogno e mi fa ancora venire i brividi.

Toccherà adesso a Chiellini, Marchisio e Di Natale scrivere un nuovo capitolo di gesta memorabili! L'esempio ce l'abbiamo ancora tutti ben impresso negli occhi...

Lippi esclude Grosso e Candreva dai Mondiali.

martedì 18 maggio 2010

Chi vincerà i Mondiali 2010?

A meno di un mese dall'inizio dei Mondiali 2010, proviamo a lanciarci in un giochino divertente e a pronosticare chi vincerà la Coppa del Mondo.

Per poterlo fare, abbiamo bisogno innanzitutto di identificare le squadre che termineranno prima e seconda nel loro girone e che si qualificheranno di conseguenza per gli ottavi di finale.

Gruppo A: Uruguay e Francia
Gruppo B: Argentina e Corea del Sud
Gruppo C: Inghilterra e USA
Gruppo D: Germania e Ghana
Gruppo E: Olanda e Camerun
Gruppo F: Italia e Paraguay
Gruppo G: Brasile e Portogallo
Gruppo H: Spagna e Cile


Divertente? Non siete d'accordo? Poco male, questo è il mio pronostico. Lasciatemi divertire! Entriamo nel vivo con gli ottavi:

Argentina - Francia
Inghilterra - Ghana
Uruguay - Corea del Sud
Germania - USA
Brasile - Cile
Olanda - Paraguay
Spagna - Portogallo
Italia - Camerun


Interessante vero? Andiamo ora a scoprire i quarti...

Uruguay - Inghilterra

Olanda - Brasile
Italia - Spagna
Argentina - Germania

Sorteggio fortunato per gli inglesi di Capello che alla peggio potrebbero avere la Francia, in ogni caso la squadra più scarsa del lotto...

Siete pronti per le semifinali?

Inghilterra - Brasile
Spagna - Argentina


Perchè non l'Italia? Gli azzurri sono inferiori rispetto alla Spagna e, come due anni fa agli Europei, dovrebbero prevalere. Fatemi fare lo scaramantico!

Finale:

Argentina - Brasile

Campione del Mondo:

Brasile


La statistica supporta la mia conclusione logica: la storia dei mondiali insegna, una squadra europea non si è mai imposta al di fuori dell'Europa. In bocca al lupo verdeoro!

Chi vincerà i Mondiali 2010?

lunedì 17 maggio 2010

I migliori dell'Italia per i Mondiali 2010

L'ultima giornata della Serie A ha fornito ancora una volta degli indizi schiaccianti sullo stato di forma degli azzurri che prenderanno parte alla spedizione dell'Italia ai Mondiali 2010.

Buffon non si è distinto particolarmente in Milan - Juventus e nel secondo tempo è rimasto negli spogliatoi, complice un fastidio alla caviglia e forse la poca voglia di assistere impotente ad una goleada milanista.

In difesa, Cannavaro, Chiellini e Grosso non sono sembrati in buona forma. Soprattutto quest'ultimo ha sulla coscienza il gol di Antonini ed è sembrato, oltre che atleticamente fuori forma, anche scarsamente concentrato. Zambrotta è apparso molto statico e poco incisivo.

A centrocampo, buone le prove di Pirlo e De Rossi. Anche Marchisio si è un po' salvato nel grigiore generale della Juventus. Gattuso ha svolto il suo compito con sufficienza, mentre Palombo si è confermato giocatore cardine della Sampdoria da Champions. Camoranesi ancora una volta è apparso un ex-giocatore, in dubbio la sua reale utilità ai mondiali.

In attacco le note più liete vengono da Di Natale e Pazzini. Il primo ha segnato il suo 29esimo gol stagionale: a questo punto speriamo davvero che se ne sia conservato qualcuno per il Sudafrica! Il Pazzo ha ancora una volta messo il punto esclamativo sulle prestazioni doriane, certificando l'ingresso nell'Europa che conta. Iaquinta, Gilardino e Boriello non pervenuti. Quagliarella volitivo ma poco concreto.

Alcune note positive dunque per Marcello Lippi, a cui forse manca il coraggio di effettuare scelte dolorose e "irriconoscenti". Di certo, a tutti quelli che danno ragione alla strategia di premiare il gruppo del 2006, vorrei consigliare la visione degli ottavi di finale di Messico 1986 tra Italia e Francia: un Bearzot troppo riconoscente verso gli eroi di Madrid, finisce per arrendersi a mani basse alla Francia di "Le Roi" Michel...

I migliori dell'Italia per i Mondiali 2010

giovedì 13 maggio 2010

La rosa dei 23 del Brasile ai Mondiali 2010

Le convocazioni di Carlos Dunga per i Mondiali di Calcio Fifa Sudafrica 2010 sono già definitive. Pesanti le esclusioni decise dallo stratega verderoro, tra le quali spiccano quelle di Pato, che sconta un'annata poco felice del punto di vista della continuità del rendimento, Diego, affondato nel grigiore della Juventus classificatasi al settimo posto in campionato e Ronaldinho, non più ormai quel giocatore capace di estasiare il pubblico con le sue giocate, seppur ancora dotato di un piede vellutato. Mai come questa volta il Brasile si presenta come una vera corazzata, anche in difesa. Il terzetto nerazzurro Julio Cesar, Lucio e Maicon farebbe invidia a chiunque. L'unico reparto che forse può non convicere molto è il centrocampo, in chiave difensiva. Felipe Melo dovrà dimostrare che è stata la crisi della Juventus a travolgerlo e non viceversa, mentre Gilberto Silva non è più il giocatore di un tempo. In attacco, Kakà, Fabiano e Robinho rappresentano un trio da sogno. Se ci mettete che solitamente lontano dall'Europa è il Brasile a trionfare, ci sono tutti gli ingredienti giusti per ambire alla sesta coppa del mondo. Occhi puntati sui marziani in maglia gialla!


N.
Pos.
Giocatore
Età
Pres.
Gol
Squadra
1
P
Jùlio César
30
47
0
Inter
12
P
Gomes
29
9
0
Tottenham
23
P
Doni
30
10
0
Roma
2
D
Maicon
28
56
4
Inter
3
D
Lùcio
32
89
4
Inter
4
D
Juan
31
73
6
Roma
6
D
Michael Bastos
26
3
0
Lione
13
D
Dani Alves
27
33
3
Barcellona
14
D
Luisao
29
40
3
Benfica
15
D
Thiago Silva
25
6
0
Milan
16
D
Gilberto
34
32
1
Cruzeiro
5
C
Felipe Melo
26
16
2
Juventus
7
C
Ramires
23
11
0
Benfica
8
C
Gilberto Silva
33
86
3
Panathinaikos
10
C
Kakà
28
76
26
Real Madrid
17
C
Josué
30
26
1
Wolfsburg
18
C
Elano
28
41
6
Galatasaray
19
C
Julio Baptista
28
45
5
Roma
20
C
Kléberson
30
31
2
Flamengo
9
A
Luis Fabiano
29
36
25
Siviglia
11
A
Robinho
26
73
20
Santos
21
A
Grafite
31
2
1
Wolfsburg
22
A
Nilmar
25
15
8
Villareal

martedì 11 maggio 2010

Di Natale e Pepe protagonisti in Sudafrica?

Dopo una stagione straordinaria le quotazioni di Di Natale e Pepe, rispettivamente attaccante e ala dell'Udinese, sono cresciute a tal punto da inserirli tra i possibili protagonisti ai Mondiali 2010.

Antonio Di Natale, seconda punta, ha conquistato il titolo di capocannoniere a suon di gol, mettendone a segno in questa stagione ben 28 in Serie A e raggiungendo i 100 totali nella massima serie. Per un giocatore che non ha mai giocato in una squadra importante è un traguardo che la dice lunga sulla classe del numero 10 bianconero.

Simone Pepe è invece un esterno offensivo, di quelli che nel calcio italiano scarseggiano come non mai. Dotato di una corsa eccezionale, si è meritato la convocazione ai Mondiali 2010 a forza di gol e assist. Ben 7 infatti sono i suoi centri in campionato, accompagnati da una completa maturazione suggellata da mesi di prestazioni atletiche e tecnico-tattiche da capogiro.

L'Italia di Lippi non potrà fare a meno di dare piena fiducia a questi due talenti. Di Natale si è già fatto valere nelle qualificazioni, ricordando soprattutto la doppietta decisiva contro Cipro.

La voglia di riscattare il rigore sbagliato nei quarti di finale dell'Europeo riuscirà a trasformare il piccolo Totò in un principe azzurro?

Di Natale e Pepe protagonisti in Sudafrica?

mercoledì 5 maggio 2010

Totti serve davvero a questa nazionale?

La finale di Coppa Italia ha regalato una prestazione incolore di Francesco Totti, condita da una scorrettezza che da sola varrebbe l'esclusione dalle convocazioni di Marcello Lippi per i Mondiali 2010 in Sudafrica.

Il numero 10 giallorosso, subentrato all'inizio del secondo tempo al cileno Pizarro, è apparso poco incisivo al cospetto di un avversario di caratura "mondiale" quale l'Inter di Jose Mourinho.

Nervoso sin dall'avvio, non è riuscito a far accendere la Roma. Il cattivo e gratuito fallo su Balotelli dovrebbe far riflettere profondamente Lippi, che ha dichiarato proprio ieri di considerare Totti ancora tra i convocabili per il mondiale: siamo sicuri che un Totti che gioca da fermo e in peggiori condizioni rispetto già non brillante Mondiale 2006, serva più di un Miccoli, di un Cassano o di un Balotelli?

Totti serve davvero a questa nazionale?

lunedì 3 maggio 2010

Gli juventini in nazionale: un problema di forma?

Non si può negare che lo stato di forma attuale dei giocatori juventini della nazionale sia pessimo, con i Mondiali 2010 in dirittura d'arrivo. I vari Cannavaro, Grosso, Legrottaglie, Camoranesi e Marchisio sembrano lontani anni luce dal loro rendimento ideale e gli unici a salvarsi sono Buffon, Chiellini e Iaquinta (quest'ultimo appena rientrato da un'infortunio e quindi più fresco).

Marcello Lippi ha più volte dichiarato di credere nel blocco juve e di non essere preoccupato da problemi di forma o di anzianità dei giocatori chiave dell'Italia. E se in barba a tutti le critiche ricevute e alle pessimistiche previsioni di Arrigo Sacchi riguardo alle prestazioni degli eroi di Berlino ai Mondiali 2010, Marcello Lippi avesse ragione? Se fosse solo un problema di forma fisica?

Zaccheroni più volte ha indicato come deficitaria la condizione atletica dei giocatori della Juventus e basta aver osservato una delle prestazioni degli ultimi mesi per rendersi conto della staticità dei bianconeri.

Forse Lippi, che ben conosce i suoi senatori, è convinto di poterli rimettere in sesto con una preparazione mirata. Trattenete il respiro, almeno fino alle amichevoli di inizio giugno!

domenica 2 maggio 2010

Le 29 convocazioni di Lippi per lo stage

Il CT Marcello Lippi ha diramato la lista dei 29 convocati per lo stage pre-mondiale della durata di due giorni al centro sportivo "La Borghesiana" di Roma.

Senza giocatori di Roma e Inter, alcuni verdetti sono già stati espressi chiaramente e assumono le sembianze di una bocciatura definitiva per Miccoli, Amauri e Marchionni, oltre agli esclusi (e qui nessuna sorpresa) Cassano e Balotelli.

Vediamo di seguito la lista degli Azzurri (in grassetto quelli che sono sicuri di un posto ai Mondiali 2010).

Portieri: Buffon, De Sanctis, Marchetti, Sirigu.

Difensori: Bocchetti, Bonucci, Cannavaro F., Cassani, Chiellini, Criscito, Grosso, Legrottaglie, Maggio, Zambrotta.

Centrocampisti
: Camoranesi, Candreva, Cossu, Gattuso, Marchisio, Montolivo, Palombo, Pepe, Pirlo.

Attaccanti
: Borriello, Di Natale, Gilardino, Iaquinta, Pazzini, Quagliarella.

In porta ovviamente Buffon è il titolare, con De Sanctis e Marchetti probabili secondo e terzo.

In difesa, sicuri 3 centrali, Cannavaro, Chiellini e Legrottaglie. Per il quarto centrale Bocchetti o Bonucci. A sinistra sicuri Grosso e Criscito, a destra molto probabile Maggio (l'alternativa è Cassani) come vice-Zambrotta.

A centrocampo, sicuri De Rossi (non convocabile per lo stage), Pirlo, Gattuso, Camoranesi e Marchisio. Due posti da assegnare, un esterno (Pepe o Cossu) e un centrale (Montolivo o Palombo).

In attacco, sicuri Di Natale, Iaquinta e Gilardino. Ballottaggio tra Pazzini e Borriello (favorito il doriano) e tra Giuseppe Rossi (non convocabile per lo stage) e Quagliarella.

L'unica possibile sorpresa a questo punto potrebbe essere una convocazione all'ultimo minuto di Francesco Totti. Appuntamento all'11 maggio per la lista definitiva dei 30 giocatori, da ridurre a 23 entro il 5 giugno, che difenderanno il titolo di Campioni del Mondo ai Mondiali 2010 in Sudafrica.

Le 29 convocazioni di Lippi per lo stage

venerdì 30 aprile 2010

Pubblicità





 

giovedì 29 aprile 2010

Maradona ha già in mente la lista dei 23 convocati

L'allenatore della nazionale argentina, Diego Armando Maradona, ha confermato di aver già deciso almeno 20 dei 23 giocatori che saranno convocati per i Mondiali 2010 in Sudafrica.

Ovviamente partirà titolare in campo chi dimostrerà di essere in forma migliore a giugno. Maradona ha svelato che sicuramente faranno parte della spedizione argentina Sergio Agüero, Jonas Gutierrez e Angel Di Maria.

Il quartetto difensivo preferito dal CT sarà composto da Nicolas Otamendi, Martin Demichelis, Walter Samuel e Gabriel Heinze. Ancora incerta la partecipazione degli interisti Esteban Cambiasso e Diego Milito, mentre sicura l'assenza del baluardo nerazzurro Javier Zanetti.

A prescindere dalle scelte tecniche credo che l'albiceleste sarà in grado di lottare per il titolo solo se Messi e Tevez saranno in forma smagliante e trascineranno la squadra a suon di gol.

Maradona ha già in mente la lista dei 23 convocati

martedì 27 aprile 2010

Iaquinta, due gol per le convocazioni di Lippi

Il messaggio inviato in chiave convocazioni dal campione del mondo in carica Vincenzo Iaquinta al CT Marcello Lippi è stato recepito forte e chiaro. La doppietta con cui l'attaccante della Juventus ha steso il Bari e la rabbia nell'esultanza per il primo gol, ritrovato dopo 5 mesi dall'infortunio, la dicono lunga sulla voglia dell'attaccante di origini calabresi di partecipare ai Mondiali 2010.

Il numero 9 della Juventus si candida quindi con forza per un posto in Sudafrica, dove potrebbe dare un grosso contributo se in forma. Le sue caratteristiche infatti non di riscontrano in nessun altro attaccante azzurro. C'è da dire però che le sue ultime prestazioni in azzurro sono state tutt'altro che brillanti e nella memoria di tutti noi sono ancora ben impresse le debacle della Conferations Cup 2009, di scena proprio in Sudafrica.

A questo punto c'è da attendere solo qualche giorno, il 30 aprile Lippi diramerà la lista dei convocati per lo stage alla Borghesiana e lì sapremo se l'attaccante di Crotone potrà nutrire concrete speranze mondiali.

Iaquinta, due gol per le convocazioni di Lippi

lunedì 26 aprile 2010

Pazzini, una doppietta dal sapore mondiale

Chissà che impressione si sarà fatto Marcello Lippi stasera, dopo la sontuosa prestazione della Sampdoria allo Stadio Olimpico di Roma. Una doppietta del "Pazzo" ha infatti complicato non poco se non addirittura sopito definitivamente i sogni scudetto dei giallorossi.

I 17 gol in stagione di Giampaolo Pazzini (di cui ben 15 su azione) non possono di certo passare inosservati. Molti di questi gol sono stati ispirati da assist di Antonio Cassano ma sulla questione è meglio sorvolare. Lippi ha già convocato il primo più volte, mentre non ha fatto altro che ignorare il secondo e rispedire antipaticamente al mittente le richieste di spiegazioni da parte di opinione pubblica e stampa.

A fare il tifo per una convocazione del "Pazzo" in Nazionale ci si è messo anche Alberto Gilardino, che per nulla spaventato dalla concorrenza, ha dichiarato che Pazzini merita la convocazione ai Mondiali 2010.

Le scelte di Lippi si avvicinano, il 30 aprile diramerà la lista dei convocati per lo stage alla Borghesiana e speriamo proprio che il burbero CT prenda qualche spunto dalle indicazioni emerse in campionato. Incrociamo le dita!

Pazzini, una doppietta dal sapore mondiale

sabato 24 aprile 2010

Convocati dell'Olanda per i Mondiali FIFA 2010

Le convocazioni di Bert Van Marwijk per i Mondiali di Calcio Fifa Sudafrica 2010 dovrebbero ricalcare quelle dell'amichevole con gli Stati Uniti d'America.

Analizzando le passate convocazioni, hanno ancora speranza di conquistare un posto per i mondiali l'esperto difensore Andrè Ooijer e il giovane attaccante Eljero Elia. Il resto della rosa dovrebbe essere al ripato da clamorose sorprese e ulteriori aggiustamenti si renderanno necessari solo alla luce di eventuali infortuni. La nazionale olandese sembra un gruppo ben assortito, arricchito da stelle di valore assoluto quali Wesley Sneijder, Arjen Robben, Dirk Kuyt e Robin van Persie. Quest'ultimo non appare in gran forma e sta faticando molto per recuperare dall'infortunio che lo ha tenuto per mesi lontano dai campi di gioco.

Scorrendo i nomi della lista, scopriamo altri nomi più o meno noti. Seppur non protagonisti assoluti in questa stagione, Van Bommel, Van der Vaart e Huntelaar potrebbero contribuire in modo decisivo a trascinare gli Oranje verso un piazzamento di tutto prestigio. L'Olanda è una squadra atleticamente e tecnicamente molto valida ed è infatti una delle favorite per la vittoria finale, dove cercherà di riscattare la bruciante eliminazione ai quarti subita dalla Russia. Lo staff di Mondiali Fifa 2010 aggiornerà questa rosa con le convocazioni definitive, a fine maggio.

N.
Pos.
Giocatore
Età
Pres.
Gol
Squadra
1
P
Maarten Stekelenburg
27
25
0
Ajax
16
P
Michel Vorm
26
2
0
Utrecht
13
P
Piet Velthuizen
23
1
0
Vitesse
5
D
Giovanni van Bronckhorst
35
97
5
Feyenoord
20
D
Ron Vlaar
25
3
0
Feyenoord
2
D
Gregory van der Wiel
22
8
0
Ajax
12
D
Khalid Boulahrouz
28
28
0
Stoccarda
15
D
Glenn Loovens
26
1
0
Celtic
3
D
John Heitinga
26
51
6
Everton
4
D
Joris Mathijsen
30
53
3
Amburgo
18
C
Orlando Engelaar
30
13
0
PSV
17
C
Ibrahim Afellay
24
20
0
PSV
22
C
Stijn Schaars
26
11
0
AZ
23
C
Demy de Zeeuw
26
23
0
Ajax
6
C
Mark van Bommel C
33
54
9
Bayern Monaco
8
C
Nigel de Jong
25
40
1
Manchester City
14
C
Rafael van der Vaart
27
75
15
Real Madrid
10
C
Wesley Sneijder
25
59
12
Internazionale
19
A
Dirk Kuyt
29
60
14
Liverpool
21
A
Ryan Babel
23
38
5
Liverpool
11
A
Arjen Robben
26
46
11
Bayern Monaco
7
A
Robin van Persie
26
41
14
Arsenal
9
A
Klaas-Jan Huntelaar
26
30
15
AC Milan

mercoledì 21 aprile 2010

David Beckham accetta l'offerta di Fabio Capello di andare in Sud Africa

Il ruolo che Beckham avrà ai Mondiali 2010 deve essere ancora deciso, ma Fabio Capello ritiene che lui possa essere in grado di fornire una influenza chiave sul resto dei giocatori, anche se infortunato e impossibilitato a giocare dopo il suo stop in Milan-Chievo.

La decisione definitiva se Beckham andrà in Sudafrica con la squadra o meno non sarà presa fino a quando, durante le prossime due settimane, il giocatore avrà avuto avuto un consulto con il chirurgo che ha riparato il danno al suo tendine strappato.

Se il dottor Sakari Orava darà il via libera, Beckam si unirà con la squadra all'inizio di giugno. L'Inghilterra dovrà anche fare in modo che il talento inglese possa svolgere il suo lavoro di riabilitazione al campo di addestramento della nazionale inglese a Rustenburg.

David Beckham sarà davvero qualcosa di più di una cheerleader glorificata sull'altare dei media in Sud Africa? E' da vedere, ma si ritiene probabile che Capello possa chiedergli di svolgere altri compiti, in particolare aiutarlo a lavorare psicologicamente con alcuni membri della squadra.

Se Beckam andrà alla Coppa del Mondo sarà anche per fare un favore agli organizzatori, che gli hanno già chiesto di partecipare alla cerimonia di apertura. Questa passerella potrebbe far guadagnare punti alla candidatura dell'Inghilterra per ospitare i mondiali 2018, ma questa è un'altra storia.

David Beckham andrà in Sud Africa con la nazionale inglese?

sabato 17 aprile 2010

Cannavaro in crisi: deve giocare ai Mondiali?

A meno di due mesi dall'inizio del Mondiale, l'Italia è sempre più alle prese con l'emergenza Cannavaro. Il capitano della nazionale infatti sarà schierato in tutte le partite degli azzurri ai mondiali, ma quale contributo potrà dare?

La crisi del giocatore sembra irreversibile e in questa stagione diversi episodi hanno reso evidente il declino atletico-tattico del roccioso difensore napoletano. Giusto per nominare qualche momento emblematico, me ne vengono subito 3 in mente: la disfatta della Juventus contro il Fulham (espulso dopo 27 minuti), l'incapacità di impedire il tiro a Miccoli sul gol del raddoppio del Palermo a Torino e il gol di Eto'o ieri sera, dove sembrava giocasse alle belle statuine sul prato di S.Siro.

Mi rifiuto di credere che questo sia il vero Cannavaro, ma non si può vivere solo di amarcord. A parte l'immensa riconoscenza che dobbiamo a Fabio per la vittoria del 2006, in cui recitò più che un ruolo da protagonista, è davvero nel migliore interesse della nazionale che giochi da titolare tutte le partite ai prossimi Mondiali 2010? Speriamo vivamente che Lippi abbia ragione anche questa volta...

Cannavaro in crisi: preannuncia il declino dell'Italia ai mondiali 2010?

venerdì 16 aprile 2010

Quanto manca ai Mondiali 2010

La tensione per l'attesa sale, è il momento di scoprire le date cruciali per i Mondiali di Calcio FIFA 2010 in Sudafrica, che inizieranno l'11 giugno. I commissari tecnici delle nazionali partecipanti devono fornire entro l'11 maggio una lista di 35 giocatori convocabili, che dovrà essere ridotta ai 23 finali entro il 5 giugno.

Date per le convocazioni dell'Italia


Marcello Lippi il 2 maggio convocherà una trentina di giocatori per uno stage alla Borghesiana. Per questa data si conosceranno già i destini di giocatori quali Amauri e Toni, mentre per Totti le porte dovrebbero rimanere aperte fino all'ultimo momento disponibile.

Partita inaugurale


La partita inaugurale dei Mondiali 2010 si giocherà sarà Sud Africa – Messico alle 16:00.

Prima partita dell'Italia ai Mondiali


La prima partita dell'Italia sarà Italia – Paraguay, il 14 giugno alle 20.30 ora italiana e sudafricana (non c'è differenza di fuso orario).

Diretta TV Mondiali 2010


Le 25 partite più importanti dei mondiali saranno trasmesse in chiaro dalla RAI, comprese ovviamente le partite della nazionale azzurra. SKY trasmetterà invece tutte le 64 partite.

Curiosità


Il trofeo della Coppa del Mondo è stato disegnato da un italiano, Silvio Gazzaniga. Dal 2006 il trofeo viene affidato alla squadra vincitrice solo per le due ore successive alla finale. Subito dopo viene riportato nella sede della FIFA a Ginevra, al sicuro da graffi, ammaccature o possibili furti.

Data della finale


La finale dei mondiali di calcio 2010 si disputerà l'11 luglio alle ore 20.30 allo stadio a Johannesburg. Il pallone della finale disegnato dall'Adidas si chiama Jabulani.

Quanto manca ai mondiali 2010?

martedì 13 aprile 2010

Zebina sogna la convocazione al Mondiale 2010

Dagli schiaffi di Torino al Mondiale in Sudafrica con la maglia della Francia il passo è breve, almeno secondo le convizioni di Jonathan Zebina. In un'annata da film dell'orrore, in cui non si è fatto mancare proprio niente, la ciliegina sulla torta viene dalle parole pronunciate dal giocatore della Juventus alla stampa francese riguardo al suo sogno Mondiale.

Pur ammettendo che in condizioni normali non avrebbe nessuna speranza di essere convocato, ricorda che Domenech ama le sorprese e i cambi all'ultimo minuto. Sebbene protagonista di una stagione poco brillante in maglia bianconera, il francese si dice tornato in ottima forma dopo aver disputato una dozzina di partite, aver fornito (a suo parere) ottime prestazioni ed essere tornato sui suoi migliori livelli.

Dichiarazioni che potrebbero finire all'istante nel dimenticatoio se non fosse che l'altro protagonista della storia è un allenatore che fa le proprie scelte affidandosi all'oroscopo...

Zebina convocato dalla Francia ai Mondiali 2010?

lunedì 12 aprile 2010

Amauri è finalmente italiano: cosa farà Lippi?

L'attaccante della Juventus Amauri è dalla scorsa settimana cittadino italiano a tutti gli effetti, ha ottenuto il passaporto ed è quindi convocabile dal CT Marcello Lippi per i Mondiali 2010 in Sudafrica. La notizia suscita una certa perplessità poichè, se è vero che un giocatore con le caratteristiche dell'italo-brasiliano farebbe molto comodo, il momento di forma del giocatore non suggerirebbe una convocazione.

Insomma le porte della nazionale si aprono almeno ufficialmente, ma Lippi è ancora dello stesso avviso? Porterà comunque Amauri in Sudafrica nonostante le deludenti prestazioni degli ultimi mesi e il magro bottino di gol?

Lo stesso attaccante si è dichiarato molto felice ai microfoni di Sky Sport Italia, sebbene sia sembrato molto evasivo nelle risposte sull'eventualità di una sua convocazione. L'unica via per arrivare ai mondiali è fare bene con la Juventus e lasciare Lippi sereno di fare le sue scelte, come d'altronde ha sempre fatto.

Amauri è italiano: convocabile per i Mondiali?

domenica 4 aprile 2010

Convocati della Spagna per i Mondiali FIFA 2010

Le convocazioni di Vicente Del Bosque per i Mondiali di Calcio Fifa Sudafrica 2010, secondo tutti gli esperti spagnoli, dovrebbero ricalcare quelle dell'amichevole con la Francia.

Solo un posto sarebbe infatti ancora in discussione, a meno di clamorosi ripensamenti o infortuni. Si spera che l'infortunio occorso a Fabregas durante la gara di andata dei quarti di finale di Champions League tra Arsenal e Barcellona non gli impedisca di partire per il Sudafrica.

Per il posto da attaccante ancora libero, sono in lizza Álvaro Negredo, Fernando Llorente, Albert Riera e Santi Cazorla. Molto probabilmente però la scelta è già ricaduta sul primo, convocato anche per la vittoriosa amichevole contro la Francia lo scorso 3 marzo.

Questa rosa ci impressiona per qualità e ed età: i protagonisti chiave sono tutti molto giovani. La Spagna potrebbe dominare la scena del calcio mondiale per almeno altri 4 anni. Lo staff di Mondiali Fifa 2010 aggiornerà questa rosa con le convocazioni definitive, a fine maggio.

N.
Pos.
Giocatore
Età
Pres.
Gol
Squadra
1
P
Iker Casillas (C)
28
87
0
Real Madrid
2
D
Raul Albiol
24
10
0
Real Madrid
3
D
Gerard Piqué
23
3
1
Barcellona
4
D
Carlos Marchena
30
50
2
Valencia
5
D
Carles Puyol (VC)
31
72
2
Barcellona
6
C
Andres Iniesta
25
39
6
Barcellona
7
A
David Villa
28
43
25
Valencia
8
C
Xavi
30
71
8
Barcellona
9
A
Fernando Torres
26
61
18
Liverpool
10
C
Cesc Fabregas
22
37
1
Arsenal
11
D
Joan Capdevila
32
32
4
Villarreal
12
C
Sergio Busquets
21
1
0
Barcellona
13
P
Diego Lopez
28
0
0
Villarreal
14
C
Xabi Alonso
28
56
4
Real Madrid
15
D
Sergio Ramos
24
48
4
Real Madrid
16
A
Alvaro Negredo
24
2
2
Siviglia
17
A
Daniel Güiza
29
14
2
Fenerbahçe
18
C
Marcos Senna
33
24
1
Villareal
19
D
Alvaro Arbeloa
27
5
0
Real Madrid
20
A
Jesùs Navas
24
2
0
Siviglia
21
C
David Silva
24
23
3
Valencia
22
A
Juan Manuel Mata
21
1
0
Valencia
23
P
José Manuel Reina
27
9
0
Liverpool

mercoledì 31 marzo 2010

Pubblicità





 

giovedì 25 marzo 2010

La stampa argentina critica Lionel Messi

Brillante con la maglia del Barcellona, Lionel Messi non riesce ad esprimersi sugli stessi livelli con l’Albiceleste. La stampa argentina gli riserva una critica aspra. A meno di 100 giorni dall'inizio dei Mondiali di Calcio FIFA Sudafrica 2010, la "pulce" finisce nel mirino dei giornalisti.

C'è un Messi catalano, quello che dribbla, fila via in velocità e con le sue invenzioni segna e fa segnare, contribuendo in modo decisivo alle vittorie della squadra. C'è poi un Messi argentino, lo stesso ma molto meno decisivo. Adulato e idolotrato a Barcellona, il legittimo successore di Maradona viene pesantemente contestato dalla stampa argentina, soprattutto alla luce dell'ultima prestazione, seppure vittoriosa per 1-0, contro la Germania.

Non appena indossa la maglia a strisce bianco-azzurre, secondo La Nacion, «le prestazioni collettive e individuali di Messi non sono le stesse che si possono osservare quando gioca per il Barcellona».

La stampa argentina critica lionel messi